Guarda le vecchie produzioni di Nicola Angrisano
Postato il 28.04.15 da Nicola Angrisano @ 22:50

Stiamo mettendo in rete le prime produzioni di insu^tv. Ecco alcuni dei video contro la guerra girati nel 2003.

Un fiore muore per la guerra

spot Nowar di insu^tv-GlobalTV 2003 contro i bombardamenti anglo-americani in Iraq

un fiore muore per la guerra from Nicola Angrisano on Vimeo.

La famiglia pace

2003 il primo video sit-com di insu^tv contro i bombardamenti anglo-americani in Iraq!No alla guerra!!

La famiglia pace from Nicola Angrisano on Vimeo.


Archiviato in: insu^tv
Commenti: Nessuna

POCA ACCOGLIENZA: ((i)) migranti in emilia dopo emergenza nord africa
Postato il 11.01.13 da Nicola Angrisano @ 20:47

Bologna, novembre/dicembre 2012.
A quasi due anni dalla fuga precipitosa dalla guerra in Libia, la
traversata del Mediterraneo, lo sbarco a Lampedusa, la permanenza in
vari centri temporanei, come vivono i migranti giunti a Bologna
nell’ambito del Piano Emergenza Nord Africa allestito dal Governo italiano?
Per vederlo siamo stati nel centro San Felice, gestito dalla Corce Rossa, e a Villa Aldini.
Dalla visita emerge il quadro di un’accoglienza dimezzata. Persone
parcheggiate e limitate nelle loro potenzialità da un’assistenzialismo (di bassa qualità) che non le indirizza verso concrete prospettive di autonomia, a ormai due mesi dalla fine del piano.
Qual’era il ruolo delle istituzioni locali? Cosa si poteva fare e non è stato fatto?

Free for non commercial use / Attribution - Noncommercial - No Derivative Works
http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/
For different purpose contact black_cat at autistici.org


Archiviato in: insu^tv
Commenti: Nessuna

equitalia
Postato il 18.05.12 da Nicola Angrisano @ 9:05

ALCUNE RIFLESSIONI SUL CAOS CREATO DA EQUITALIA
di maurizio braucci

Equitalia non combatte l’evasione fiscale, è un’agenzia di riscossione, essa non ha strumenti per individuare gli evasori se non l’incarico da parte dello Stato a farli pagare una volta che questo li abbia individuati. Oltretutto, i grossi evasori, una volta stanati dalla Finanza, si accordano direttamente con l’Agenzia delle Entrare. Equitalia si occupa solo dei piccoli evasori (coloro che sono individuati automaticamente e che non pagano per lo più perché non hanno i soldi per farlo) ma Equitalia persegue più di ogni altri i cittadini che devono pagare ammende, spesso relative alla circolazione stradale. Il legame Equitalia-lotta all’evasione è molto blando. In pratica Equitalia sta all’evasione fiscale come una guardia penitenziaria sta alla prevenzione del crimine.
Il suo operato è quello di un’azienda privata che ha individuato un nuovo settore commerciale: quello dell’insolvenza finanziaria. Garantita da leggi parlamentari, apparentemente per interesse pubblico, Equitalia agisce invece secondo la logica neoliberista e si serve dello Stato per vedersi garantiti i suoi profitti. La sua esistenza è diventata un nodo cruciale per la democrazia italiana, il popolo se ne sente oppresso, Equitalia dice di agire in nome della Legge, e allora se è la legge ad opprimere il popolo, nel rispetto della democrazia la legge va cambiata ed Equitalia va chiusa . Ecco tre punti che lo dimostrano.

PUNTO UNO
Equitalia si mantiene con parte dei guadagni che fa dalla riscossione. Una struttura di riscossione credito pagata dagli stessi debitori, che così oltre a pagare i debiti devono pagare anche gli esattori. Perché non li paga il creditore? Che oltretutto riceve già molto più del dovuto (anche 5 volte di più).
PUNTO DUE
Equitalia cerca di massimizzare quanto più può il suo guadagno dai crediti, le sue modalità nel farlo sono al limite del legale. Ad esempio spesso notifica le cartelle di pagamento quando queste hanno raggiunto il massimo del valore, cioè dopo 4 anni e 11 mesi, a solo un mese dalla prescrizione, in tal modo il debitore viene raggiunto da richieste pari anche a 5 volte il valore inizialmente dovuto, così ne guadagna il creditore (cosa già non giusta!) e la stessa Equitalia che vede il suo profitto aumentare perché esso è dato dal 9% sul montante. Quindi più Equitalia riesce a far salire il valore della penale per il debitore più ci guadagna. Ai vertici di Equitalia non solo non interessa che una persona si trovi improvvisamente migliaia di euro da pagare (in piena crisi economica) ma, anzi, questa condizione di difficoltà rappresenta il massimo vantaggio per Equitalia che sembra dire “mors tua, vita mea”. Non è criminale questo approfittamento? Equitalia deve smetterla di agire in questo modo, sia che lo faccia apposta - mandando in ritardo le cartelle per massimizzare il guadagno- sia che lo faccia per inefficienza - ritardo nelle gestione- non si può più permettere che massacri le persone con comportamenti sospetti di speculazione. Sta creando così ulteriore recessione, tensioni sociali e addirittura suicidi. Sta creando il teorema per cui lo Stato è nemico dei cittadini e costringe i poveri e le persone in difficoltà a diventare illegali, in quanto essi finiscono per vivere in clandestinità fiscale e finanziaria. Equitalia arriva spesso ad attaccare i fondamenti della convivenza sociale.
PUNTO TRE
L’agire di Equitalia è in piena e inspiegabile deroga anche alle più lievi manovre anticrisi, essa genera recessione anche oltre le più blande intenzioni del Governo di combattere la crisi. Non si può permettere ad Equitalia di creare ulteriori danni all’economia già lacerata, rovinando lavoratori, imprenditori, disoccupati e cittadini tutti. Qualunque manovra contro la crisi trova in Equitalia una mina vagante, non si tratta di arrivare a dire che i debiti non devono più essere pagati attraverso la disobbedienza civile e fiscale - cosa che pure è giusta in tanti casi- ma basta già il pensiero di dover impedire ad Equitalia di aggravare la situazione generale, agendo come un tumore che fa proliferare i centri di crisi. Da tale punto di vista, Equitalia non è solo contro i cittadini, col suo agire spregiudicato e cinico, ma anche contro lo Stato, se lo stato vuole combattere la crisi.
Ma lo Stato è contro lo crisi? E se è contro la crisi perché è a favore di Equitalia? Per sua stessa ammissione Equitalia non fa la lotta contro l’evasione fiscale, quindi non ha nessun valore per delle politiche economiche in tempo di crisi. A che serve Equitalia? A volte solo a se stessa visto che spesso nemmeno restituisce i soldi dei debiti ai creditori, diventano così unicamente una spirale di creazione di crisi. In definitiva, Equitalia è una delle concause della crisi e quindi va chiusa, pacificamente criticata e contestata e infine sostituita da una agenzia che non miri al profitto, che venga pagata dai creditori e supervisionata dalle istituzioni e dai cittadini stessi.
Cominciamo pratiche di disobbedienza civile e di pacifica contestazione per liberarci di questa mostruosità che si chiama Equitalia.


Archiviato in: insu^tv
Commenti: 6 commenti

domenica 20/5 TALKING ASILO > Precaria età – talk show live dall’Asilo
Postato il 18.05.12 da Nicola Angrisano @ 9:02

Domenica 20 maggio dalle ore 15,30
Asilo della Conoscenza e della Creatività
TALKING ASILO // Precaria Età
talk show live dall’Asilo

“Talking asilo” è un talk show live, una coproduzione Asilo + la balena + insu^tv.
Nasce dalla voglia di confrontarsi su tematiche comuni e dalla possibilità di mettere a valore esperienze e conoscenze che i due gruppi hanno accumulato nel tempo.

La prima puntata “PRECARIA ETA” indagherà su un tema quanto mai attuale che riguarda parti sempre più consistenti della società italiana e che è destinato ad diventare l’assioma unico nel mondo del lavoro, la precarietà.

La trasmissione verrà realizzata live domenica 20 maggio negli spazi liberati dell’ex asilo filangeri, siete tutti invitati (dalle ore 15,30) a partecipare e a portare con voi un oggetto che possa rappresentare il vostro stato di precarietà. Questi oggetti verranno reinventati durante la trasmissione per divenire una istallazione estemporanea.

Per chi non può recarsi direttamente sul luogo si potrà seguire la trasmissione via streaming sui siti:
http://www.insutv.it/
https://labalena.wordpress.com/
http://www.inventati.org/radiodimassa

La diretta su twitter: #talkingasilo

Persone, temi, azioni, note:

Oreste Ventrone // Quartetto Papanimico // news su Equitalia con Antonio Lipardo e Michele Franco // Gigin Witton Cup // Spiaggia Pubblica // Giornalisti Precari e Carta di Firenze //Arti Equestri // Fabula Rasa //Il Quinto Stato – Roberto Ciccarelli // Aria Precaria – Manu PHL // Macao // Yomango-Tango // #Blockupy Frankfurt // operatori sociali // Radio di Massa // …

tv_head_by_double07design-d31xgyi.jpg


Archiviato in: insu^tv
Commenti: 2 commenti

Siria: Rivoluzione Occupazione o Guerra Santa?
Postato il 11.05.12 da Nicola Angrisano @ 13:31

segnaliamo questo lavoro difficile,
realizzato da alcuni compagni che sono stati a filmare in Siria di recente.

Siria:Rivoluzione Occupazione o Guerra Santa?

Cosa succede in Siria? Il paese dove secondo il culto cristiano avvene la conversione di San Paolo e dove fino a pochi mesi fa tutte le religioni monoteiste convivevano senza problemi. Il documentario più che fornire risposte intende stimolare la riflessione attraverso le testimonianze di Politici dell’opposizione,Giornalisti, Uomini dele istituzioni politiche e religiose e cittadini comuni in una cornice in cui la tensione sembra crescere quotidianamente e le rivendicazioni sociali che hanno scosso il paese all’inizio delle proteste lasciano il campo a uno scontro armato tra fazioni islamiche integraliste ed esercito regolare.
I governi occidentali, le lobby del petrolio e deI traffico d’armi, i grandi media main streaming che ruolo hanno??

2012,betacam,36′,colore
Siria: Rivoluzione, Occupazione o Guerra Santa?
Regia Danilo Licciardello Flavio Signore
Foto: Damiano D’angeli
Musica: Silvia Trix
Produzione: lighter no problem


Archiviato in: insu^tv
Commenti: Nessuna

posts più vecchi »
Nicola Angrisano, insu^tv.
e-mail

Menu
Home
Bio - Foto
Trasmissioni
DomenicAUT
TG Migranti
Videos
Scaricali
Guardali


Ultimi post

DomenicAUT - la prima trasmissione che ti invita a spegnere il televisore
  • speciale TG onda - apertura
  • onda su onda | parte prima
  • c'è chi onda e chi no | fiction | prima parte
  • Gambero Losco | puntata 07 | prima parte
  • insu^lina & radio di massa

  • migranti - insu^tv
  • Immigrati in rivolta: Castelvolturno dopo gli omicidi
  • Tuna-Net: Profughi in mare!
  • 5 Agosto 2007: Riot dei migranti in via Rosaroll...
  • 09/07/2007 - "NUOVA LEGGE - VECCHI PROBLEMI?" - 2a parte
  • 09/07/2007 - "NUOVA LEGGE - VECCHI PROBLEMI?" - 1a parte

  • Syndication
    RSS 2.0
    Comments RSS 2.0

    Ricerca

  • Ultimi commenti
    • Carl Fletcher: Amazing! It is a wonderful post. You should write more about it. Custom Boxes
    • edo: Allora si è poi saputo se bersani era amm.del. in cmc o no?
    • carlo: bersani Qualcuno dovrebbe fare un certificato storico dell'azienda presso una Camera di Commercio, i...
    • carlo: Qualcuno dovrebbe fare un certificato storico dell'azienda presso una Camera di Commercio, i commercialisti li...
    • Loris: Molto ma molto interessante, ci vuole una campagna contro Equitalia molto più mediatica. Non con ordigni, ma...
    • ruggy: vorrei approfittare di questo blog per salutare un caro amico che sono sicuro che lo leggerà:RAFFAELE te ne...
    • raffaella: ciao mi è arrivata una multa dell agenzia dell'entrate xke mio padre nn mi ha detratta dal suo 730 mentre...
    • nicola fortunato: Ciao Nicola mi serve un aiuto da parte tua, io nel 2011 ho ricevuto una cartella esattoriale da...
    • delfaut: salve, sono una giornalista francese cerco un modo di contattarla per parlare di equitalia. mia mail e...
    • ubaldo: GRAZIE NICOLA PER IL FONDAMENTALE LAVORO DI DOCUMENTAZIONE ED INFORMAZIONE CHE SVOLGI, A BENEFICIO DI TUTTI....

  • Crediti & Copyleft
    Questo blog gira con WordPress ed e' stato messo su da botulinux.
    Tutti i contenuti sono rilasciati sotto CC - Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo 2.0.
    Tema di Theron Parlin.